Gli agrumi massesi

Limoni, arance, cedri sono una componente particolare dell’agricoltura massese. Dal punto di vista paesaggistico concorrono ad abbellire e nobilitare la nostra zona.
L’utilità degli agrumi è esaltata in ogni campo, dalla gastronomia all’arte dolciaria e alla medicina. In particolare il limone è un frutto che merita attenzione per chi vuole prendere in serio esame una cura nutrizionale naturalistica, è infatti un concentrato di sostanze biologicamente attive che lo caratterizzano e si concentrano progressivamente verso la buccia (è importante però evitare limoni trattati con conservanti tossici).
L’azione del limone costituisce un potente disinfettante dell’apparato digerente. Le vitamine della buccia e l’olio essenziale in essa contenuto apportano una somma di benefici disinfettanti ed energetici, mentre il contenuto salino del succo reintegra di potassio il circolo sanguigno linfatico, placa la sete, previene l’attacco dei bacilli tifoidi, persino il colera.
E’ proprio allo scoppiare di una forte epidemia, nel 1624, che si verificò una eccezionale richiesta di agrumi dalle città vicine, tanto che il Principe di Massa, Carlo I Cybo malaspina, frenò appositamente, con apposito bando, l’esportazione affinchè il popolo non fosse preso alla sprovvista.

IL FRUTTO DEL LIMONE
Contiene acido citrico, acido asorbico, acido malico, citrato di potassio e glucidi per l’8%, zuccheri, sostanze peptiche, sali minerali, oligoelementi, vitamina C e flavonoidi.
Dalla sua buccia si estrae per distillazione un’essenza molto profumata che è un potente antisettico ma anche un aromatizzante usato in profumeria. Grazie a queste sostanze, il limone è una vera e propria panacea come antisettico, ed è molto utile anche per ammorbidire le mani, rinforzare le unghie fragili, tonificare l’epidermide grassa riducendo la seborrea e attenuare le macchie rosse.
Di queste proprietà erano già a conoscenza i medici arabi e sulla loro scia, naturalisti medievali e rinascimentali.

IL CLIMA DI MASSA
Il clima di Massa, decantato da poeti, scienziati, viaggiatori, letterati, ha permesso la coltivazione di limoni, arance, cedri e mandarini in diverse zone, dai paesi ai piedi della Brugiana a zone di Borgo del Ponte, Santa Lucia e nel Centro città (Piazza Aranci). Gli agrumi a Massa si trovano ovunque, dal mare ai paesi di montagna, come nelle ville e nei giardini più rappresentativi, dall’ex Giardino ducale di Camporimaldo a Villa Massoni, a Villa Menzione (attuale Parco di Castagnetola location della Festa dei Limoni), alla tenuta Menzione al Monte di Pasta, alla Villa della Rinchiostra ed altre ancora.
Ma è soprattutto dove sorgono i paesi di Ripa, Castagnetola e Lavacchio che si individua la zona più propizia agli agrumi: ivi infatti tali colture godono di condizioni climatiche ideali di sviluppo, crescono in pieno rigoglio spandendosi tutto attorno re arrivano fino a lambire le sponde del fiume Frigido.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...