Festa del limone 2013

In evidenza

Anche quest’anno la Festa del Limone si terrà presso il Parco di Castagnetola nel primo fine settimana di luglio da giovedì 4 a domenica domenica 7.

Durante la Festa del Limone si terrà la Rassegna “Storie in superficie” con l’obiettivo di affrontare tre temi poco conosciuti della storia contemporanea italiana, attraverso l’introduzione di produzioni documentaristiche su di essi e un dibattito di approfondimento con protagonisti ed autori. La vicenda Moby Prince, L’eccidio dell’Eternit, Il ruolo della donna nel nostro paese.

Programma
Giovedì 4 inaugurazione della Ventunesima Festa del Limone

Venerdì 5 per la Rassegna “Storie in superficie”
ore 21.30 Proiezione del documentario “Ventanni. Storia Privata del Moby Prince” di Mediaxion Società Cooperativa

Intervegono
Loris Rispoli Presidente dell’Associazione 140 – Familiari delle vittime del Moby Prince
Francesco Sanna – Direttore generale di “Ventanni Storia Privata del Moby Prince” e autore del site book “Verità Privata del Moby Prince

Sinossi
In una piccola sala alcuni familiari delle vittime del Moby Prince guardano un film raccontare le loro storie, a vent’anni dalla tragedia. Mauro, persi nel disastro i genitori, si é ricostruito una famiglia felice. Una moglie, un figlio, una vita serena. Decide così di affrontare un tabù: partecipare alla giornata di commemorazione della tragedia e conoscere gli altri familiari delle vittime. Li scopre sconfitti, divisi e impegnati in percorsi differenti di rivendicazione, sotto la guida di due leader: Loris e Angelo. Vent’anni dopo il Moby Prince Loris difende la memoria della vicenda e si unisce ad altre associazioni di familiari di vittime delle stragi italiane per un percorso comune di lotta. Angelo, invece, cerca ancora quella verità giudiziaria in grado di confutare le responsabilità del padre rispetto alla tragedia e consentirgli così di superarla emotivamente. Spettatori nella piccola sala, Loris e Angelo vedono il loro racconto di vent’anni di incomprensioni e la vita dell’altro che finora non hanno mai potuto vedere. Mauro raccoglie questi vent’anni attraverso le voci e le scelte di Loris, Angelo e un giovane familiare delle vittime, Giacomo: la rabbia per l’ingiustizia subita, la ricostruzione dell’iter giudiziario, i misteri della vicenda ancora insoluti e gli effetti di un dolore mai lenito da verità e giustizia. Dopo la giornata di commemorazione proseguono due storie parallele: quella di Angelo, impegnato nell’analisi tecnica della vicenda con il suo ultimo perito, e quella di Giacomo, alla ricerca delle sue radici, sulla rotta del Moby Prince. Durante questo viaggio, affrontato con Loris, Giacomo ritrova Mauro e gli rivela che parte della divisione tra i familiari delle vittime del Moby Prince é legata al fatto che Angelo ha chiesto indagini su suo padre, infangando la sua memoria. Finita la proiezione Giacomo Angelo e Loris si confronteranno per la prima volta in un intenso dialogo finale.

Sabato 6 luglio
ore 18.30 Dimostrazione di innesto
per la Rassegna “Storie in superficie”
ore 21.30 proiezione del documentario “Polvere.Il grande processo dell’amianto” – di Niccolò Bruna e Andrea Prandstraller

Interviene
Luca Voci della Memoria, Casale Monferrato

Sinossi
Il documentario analizza le economie dei paesi in via di sviluppo quali Brasile, India e Russia ed il loro utilizzo dell’amianto, mentre in Europa è stato vietato nel 1990 a seguito di casi accertati di cancro ai polmoni, mesotelioma e placche pleuriche derivanti dalla lavorazione dell’amianto stesso.
Viene mostrata la forza e tenacia di anziani attivisti del piccolo comune di Casale Monferrato, i quali combattono in onore dei loro familiari, dei loro compagni, dei loro figli: vittime di malattie gravi e addirittura di morte a causa dello stretto contatto con l’amianto. I due più grandi azionisti della multinazionale Eternit vengono condotti sul banco degli imputati, ed infine, nel febbraio 2012, condannati individualmente a 16 anni di reclusione e 100 milioni di euro di risarcimenti.
Un docufilm basato sui fatti del processo, sull’espansione del commercio dell’amianto perseguito dalle multinazionali, ma anche sulla vita quotidiana di tante comuni persone costrette a subire le conseguenze di una “politica” aziendale in contrapposizione con la loro stessa sopravvivenza.
“Polvere. Il grande processo sull’amianto” ha collezionato vari premi: dallo speciale SubTi nel maggio 2011, al premio Parco Colli Euganei nel luglio 2011, alla menzione speciale Unifidra e Green Jury nel dicembre 2011. Attualmente è in lizza come miglior documentario per il David di Donatello edizione 2012.
Prandstraller è autore di svariati documentari come Vajont, L’immagine dell’orrore e Storie di imprenditori italiani. Bruna è autore, operatore e montatore di video e film documentari.

Domenica 7
ore 18.00 Premiazione concorso artistico per le scuole
per la Rassegna “Storie in superficie”

ore 21.30 Proiezione del documentario “Il corpo delle donne” – di Lorella Zanardo

Interviene
Ilaria Tarabella – Comitato Se Non ora Quando – Massa

Sinossi
Un pomeriggio d’inverno Lorella e Marco iniziano a discutere sulle donne, di come sia possibile che le donne vengano considerate così poco nella società. Marco vede nelle immagini televisive una fortissima influenza, Lorella si ribella a questa banalità. Sostiene che la TV esiste da 50 anni e che ormai il pubblico è adulto e responsabile.
Si lanciano una sfida per scoprire se la televisione effettivamente abbia una sua responsabilità. Se la televisione è un mezzo di comunicazione di massa, quale immaginario proietta? Quale modello propone? Quale sapere ci presenta?
Così parte l’indagine, un viaggio attraverso le immagini televisive che ogni giorno vediamo nel nostro televisore.

Ingresso libero